Seguici su
SIStake
30/04/2020

SiStake: quali saranno le sedi estere pilota dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo?

Roma

SiStake: quali saranno le sedi estere pilota dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo?

SiStake avrà tra i suoi obiettivi, quello di strutturare l’interazione tra l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – AICS e i suoi stakeholders.

 

Nella definizione di questo modello sono state coinvolte le sedi estere dell’AICS di Nairobi e Tunisi.

 

Le sedi estere AICS di Tunisi e Nairobi svolgeranno la funzione di collettori dei bisogni del territorio, in un modello di strutturazione della domanda dei Paesi partner, che dovrà incontrarsi con l’offerta degli stakeholders italiani.

 

Questo incontro permetterà, tra le altre cose, una valorizzazione delle eccellenze italiane a favore di politiche di sviluppo sempre più efficaci e condivise.

 

In definitiva, la consultazione delle sedi estere pilota di AICS servirà per:

  • definire un modello strutturato di domanda, attraverso la raccolta e rappresentazione dei bisogni di sviluppo dei partner locali e dei beneficiari dell’attività di cooperazione
  • definire un modello strutturato di offerta, attraverso la raccolta e rappresentazione del patrimonio di sviluppo degli attori territoriali che costituiscono il “Sistema della cooperazione italiana”
  • contribuire a redigere le linee guida per la strutturazione di un dialogo trilaterale permanente (domanda, offerta e Agenzia) che faciliti l’incontro tra domanda e offerta, capitalizzando le best practice a favore di tutti.

 

SIStake